sabato, Gennaio 28, 2023

Notizie in breve

Uccisione Shireen Abu Aqla: la denuncia alla Corte penale internazionale

redazione di TheBlackCoffee

Non si fermano le violenze in Israele, dove dall’inizio dell’anno sono stati uccisi, secondo le Nazioni Unite, 127 palestinesi, da parte delle forze israeliane, tra cui molti minorenni.

Allo stesso tempo sono state avanzate circa 1800 ordinanze di detenzione amministrativa a conferma della escalation degli attacchi verso i civili, mentre oltre 800 sono i detenuti palestinesi nelle prigioni israeliane senza accusa né processo, sulla base di informazioni segrete.

Tra le vittime delle forze di sicurezza israeliane, a maggio fu uccisa la giornalista palestinese, naturalizzata statunitense, Shireen Abu Aqla, inviata di guerra della testata giornalistica online Al-Jazeera.

Sull’accaduto, il Media Network qatariota ha presentato negli ultimi giorni una formale richiesta alla Corte penale internazionale (CPI/ICC) per indagare e perseguire le persone responsabili dell’uccisione della veterana giornalista palestinese, corrispondente televisiva per 25 anni.

La donna era stata uccisa dalle forze armate israeliane – di cui una parziale ammissione di Israele – con colpi di arma da fuoco, l’11 maggio, mentre stava coprendo un raid militare in un campo profughi palestinese, a Jenin, nel nord della Cisgiordania occupata.

Sull’uccisione della giornalista, gli Stati Uniti a maggio hanno aperto un’indagine, rimasta ferma fino alle elezioni israeliane di novembre. Come altre cause in passato, dove sono stati implicati i governi israeliani, la questione finirà nel nulla.

Intanto gli Stati Uniti si oppongono alla richiesta di Al-Jazeera, probabilmente con il timore/certezza che la donna sia stata uccisa con armi americane, vietate dalla Leahy Law, che proibisce
specificamente al Governo USA “di usare fondi per assistere unità di forze di sicurezza ove ci siano
informazioni attendibili che implichino quell’unità nella perpetrazione di gravi violazioni di diritti umani.”

Gli Stati Uniti conferiscono a Israele circa 4 miliardi di dollari all’anno di aiuti economici, più altri per la ricerca su armamenti ad alta tecnologia.

La tomba di Shireen Abu Aqla in Palestina
Foto: Milhalard.org

https://www.theblackcoffee.eu/lassassinio-di-shireen-abu-aqla/

Sabato, 10 dicembre 2022 – n° 50/2022

Condividi su:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi