martedì, Giugno 28, 2022

Notizie in breve

San Marino: annunciato il referendum per l’interruzione volontaria della gravidanza

redazione TheBlackCoffee

Nella Repubblica di San Marino l’interruzione volontaria della gravidanza – come nei tempi passati – è lecita solo per motivi di ‘onore’. In tutti gli altri casi è illegale – fin dal 1865 – e punibile con tre anni di carcere per la donna e fino a sei per gli operatori sanitari che la praticano.

Dopo anni di protesta e determinazione le donne della piccola Repubblica racchiusa entro la regione Emilia Romagna alle pendici del Monte Titano, strettesi nella lotta entro l’Unione delle donne Sammarinesi, sono riuscite ad ottenere dal governo in carica un referendum che depenalizzi la pratica dell’aborto.

Per il 26 settembre prossimo è dunque indetto un referendum popolare per cui si pronunceranno i cittadini sammarinesi.

L’Unione delle donne sammarinesi ci ha lavorato decenni al dialogo con la politica e l’aggiornamento delle leggi locali, senza finora aver ottenuto grandi risultati.

L’accolta della proposta di voto popolare del movimento delle donne di San Marino è una grande vittoria e propone una regolamentazione che si rifà alla Legge 194 italiana, che tutela l’interruzione volontaria della gravidanza nel nostro paese dal 1978.

Sabato, 4 settembre 2021 – n° 32/2021

Condividi su:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi