lunedì, Agosto 15, 2022

Notizie in breve

Resilienza agli tsunami

redazione di TheBlackCoffee


Alla Conferenza delle Nazioni Unite sull’Oceano a Lisbona, Audrey Azoulay, Direttrice Generale dell’UNESCO, ha annunciato un nuovo programma globale per garantire che il 100% delle comunità costiere sarà “Pronto per lo Tsunami” entro il 2030.

L’UNESCO guiderà il Decennio delle Nazioni Unite per la scienza oceanica e per lo sviluppo sostenibile, dal 2021 al 2030. In questo contesto, quest’anno vengono organizzati diversi vertici mondiali per amplificare la mobilitazione internazionale per gli oceani.

Durante la conferenza – la più importante su questa tematica – la Direttrice Generale dell’UNESCO, ha annunciato un nuovo ambizioso impegno: il dispiegamento globale del programma “Tsunami ready”, che si tradurrà nella formazione di tutte le comunità costiere a rischio in caso di tsunami entro il 2030.

Per diventare “Tsunami Ready” una comunità deve sviluppare un piano di riduzione del rischio di tsunami, designare e mappare le zone a rischio di tsunami, sviluppare materiali di sensibilizzazione e di educazione pubblica, creare mappe di evacuazione di tsunami di facile comprensione e mostrare pubblicamente le informazioni sullo tsunami.

Già sperimentato in quaranta comunità in 21 paesi, nelle regioni dei Caraibi, del Pacifico e dell’Oceano Indiano, il programma Tsunami Ready sarà esteso a livello globale a migliaia di comunità costiere più vulnerabili.

Il programma definisce dodici indicatori che coprono tutte le fasi, dalla valutazione dei pericoli alla preparazione e risposta, adattate alle esigenze locali.

Sabato, 9 luglio 2022 – n° 28/2022

Condividi su:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi