mercoledì, Ottobre 05, 2022

Notizie in breve

Quanti anni ha l’Homo Sapiens?

redazione TheBlackCoffee

Risalgono agli anni ’60 le ricerche più accreditate sull’origine dell’Homo Sapiens, in base ai reperti fossili scoperti nella Valle dell’Omo al sud dell’Etiopia.

I ritrovamenti sono classificati come Omo-Kibish I e ominidi Herto. Le datazioni attribuite all’età di questi fossili umani ritenuti i più antichi sono relativamente di 197 mila anni per Omo I, e compresi tra 150-165 mila per Herto.

La datazione avviene attraverso le analisi geochimiche delle stratificazioni del terreno mentre e le date finora considerate per ‘ufficiali’ non erano condivise omogeneamente tra gli studiosi.

Nuove ricerche di una collaborazione internazionale – a cui ha presieduto anche la vulcanologa britannica Céline Vidal dell’Università di Cambridge – al contrario hanno evidenziato che datando con maggior precisione i depositi di una grande eruzione esplosiva del Vulcano Shala nel principale Rift etiope, prossimali alla zona di ritrovamento dei fossili umani, è stato possibile ottenere una nuova età minima per Omo I, ricollocandolo approssimativamente a 36 mila anni prima, quindi intorno a 233 mila anni fa.

Lo stesso principio di ricerca non è stato applicabile per quanto riguarda gli ominidi Herto.

Il pool di scienziati ha decretato che il risultato ottenuto è compatibile anche con i dati di altri studi indipendenti.

Sabato, 22 gennaio 2022 – n° 4/2022

Condividi su:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi