lunedì, Luglio 15, 2024

Italia

Giglio d’Oro alla memoria di Hevrin Khalaf

Firenze celebra la cerimonia a Palazzo Vecchio

Redazione di TheBlackCoffee

Lunedì 15 maggio, presso il Salone de’ Dugento di Palazzo Vecchio a Firenze, il sindaco Dario Nardella conferirà il Giglio d’Oro del capoluogo toscano alla memoria di Hevrin Khalaf, politica curdo-siriana morta in un attentato sulla M4, la strada di grande comunicazione che attraversa la Siria del Nord, in cui morirono anche gli uomini della sua scorta.

Il 12 ottobre 2019 Hevrin Khalaf fu trucidata a sangue freddo a soli 35 anni mentre viaggiava in auto per raggiungere Kobanê , da un gruppo di mercenari arabo-siriani al seguito di Ankara in appoggio all’invasione turca della Siria avvenuta solo pochi giorni prima.

Hevrin, ingegnere civile, da sempre impegnata politicamente per i diritti delle donne curde in Rojava, era divenuta una delle principali figure di riferimento nella lotta per la liberazione del suo Paese dalla guerra e dall’occupazione jihadista promossa dalla Turchia, promuovendo il dialogo e la convivenza pacifica tra diverse etnie e religioni e per l’affermazione dell’autonomia democratica nei territori a maggioranza curda. 

Nel 2016 era entrata a far parte delle YPJ – Unità di Protezione delle Donne –  la formazione curda protagonista insieme alle YPG – Unità di protezione popolare – della sconfitta dei jihadisti dell’Isis in Siria, mentre nel 2018 era divenuta segretaria generale del Partito del Futuro Siriano, nato per rappresentare tutte le componenti della società siriana, unendo le etnie curda, araba e quella cristiana-siriaca, nella prospettiva di un futuro Stato multietnico e pluralistico. 

Hevrin aveva incentrato il suo attivismo politico sui principi del Confederalismo Democratico, ispirato dal fondatore del PKK, Abdullah Öcalan, il progetto di organizzazione politica e sociale basato su democrazia diretta e parità di genere che il popolo curdo da anni ha sviluppato nei territori a cavallo fra il Sud- est della Turchia e la Siria del nord, lottando per la fine dell’occupazione militare in tutto il Kurdistan, per il superamento del capitalismo e dei dogmi del patriarcato su cui, anche in Turchia, fa leva l’AKP di Erdoğan.

Un primo atto politicamente significativo del Consiglio Comunale di Firenze che potrà dare seguito agli impegni presi nel corso degli ultimi anni dall’amministrazione fiorentina, sia in ricordo di Lorenzo Orsetti Tekoşer, sia a sostegno del movimento di liberazione del popolo curdo e del leader del PKK, recluso da oltre 20 anni in regime di massimo isolamento nell’isola di Imrali in Turchia.

E’ possibile partecipare alla diretta streaming collegandosi al link: https://www.youtube.com/@consigliocomunaledifirenze7465

Sabato, 13 maggio 2023 – n°19/2023

In copertina: Hevrin Khalaf – Foto: Rete Kurdistan Toscana

Potrebbe interessarti anche:

Condividi su: