sabato, Gennaio 28, 2023

Società

Forze militari a confronto

La “forza di fuoco” degli Stati del mondo

di Nancy Drew

E’ appena uscito l’indice aggiornato del GFP – Global Fire Power – ovvero un elenco che annovera la potenza militare delle nazioni del mondo. Non proprio di tutte, sono esattamente 145 quelle prese in considerazione, in base ad oltre 60 elementi ritenuti cruciali per la ricerca.

Lo studio viene pubblicato dal sito https://www.globalfirepower.com che presenta il lavoro con le seguenti parole: Since 2006 GlobalFirepower (GFP) has provided a unique analytical display of data concerning 145 modern military powers. The GFP ranking is based on each nation’s potential war-making capability across land, sea, and air fought by conventional means. The results incorporate values related to manpower, equipment, natural resources, finances, and geography represented by 60+ individual factors used in formulating the finalized GFP ranks – which provide an interesting glimpse into an increasingly volatile global landscape where war seems all but an inevitability. Dal 2006 GlobalFirepower (GFP) ha fornito una visualizzazione analitica unica dei dati relativi a 145 potenze militari moderne. La classifica GFP si basa sulla potenziale capacità bellica di ciascuna nazione attraverso terra, mare e aria combattuta con mezzi convenzionali. I risultati incorporano valori relativi a manodopera, attrezzature, risorse naturali, finanze e geografia rappresentati da oltre 60 fattori individuali utilizzati nella formulazione dei ranghi GFP definitivi, che forniscono uno sguardo interessante su un panorama globale sempre più instabile in cui la guerra sembra tutt’altro che un’inevitabilità.

Come prima potenza militare al mondo risultano gli Stati Uniti – il cui punteggio è di 0,0712 , laddove un punteggio di 0,0000 è considerato ‘perfetto’. Al secondo posto troviamo la Russia con un punteggio di 0.0714. Nella classifica delle cinque maggiori potenze militari, seguono Cina, India e Regno Unito.

Addestramento delle Truppe costiere della Flotta Baltica
Foto: https://structure.mil.ru/structure/ministry_of_defence https://мультимедиа.минобороны.рф/multimedia/photo.htm?

Nei primi venti posti in classifica troviamo i Paesi più sviluppati dal punto di vista economico e/o chi ha grandi risorse energetiche e naturali, particolari posizioni geografiche ed altri fattori importanti.

  1. Stati Uniti
  2. Russia
  3. Cina
  4. India
  5. Regno Unito
  6. Corea del Sud
  7. Pakistan
  8. Giappone
  9. Francia
  10. Italia
  11. Turchia
  12. Brasile
  13. Indonesia
  14. Egitto
  15. Ucraina
  16. Australia
  17. Iran
  18. Israele
  19. Vietnam
  20. Polonia

Al di là delle statistiche, che forniscono comunque delle prime informazioni di base, il sito stimola la curiosità del visitatore per le modalità di interazione che permettono di comparare due o più nazioni insieme, o simulare delle “coalizioni” di armamenti e quindi capire chi potrebbe vincere una determinata guerra.

Non è un videogioco, il sito stesso ci tiene però a presentare il materiale presentato di valore storico e di intrattenimento, non approvato da nessuna delle sue fonti elencate, da alcun ente governativo mondiale o organizzazione militare, indicando di consultare i produttori di armamenti per informazioni più dettagliate.

L’indice appare molto ben fatto e attendibile, mentre il sito GlobalFirePower è parte di una rete mondiale di altre piattaforme che trattano di industria militare ed argomenti correlati.

Nella comparazione della potenza militare tra Nato e Russia – l’unica tentata – la Repubblica ex Sovietica risulta avere capacità di risposta, per un ipotetico conflitto, abbondantemente più importante dell’insieme delle forze militari destinate al Patto Atlantico.

A voi la curiosità di andare a cercarne i dettagli, che comprendono non solo gli armamenti, ma molti altri fattori determinanti.

“War does not determine who is right – only who is left

La guerra non determina chi ha ragione, ma solo chi è rimasto – Bertrand Russell

https://www.globalfirepower.com

https://www.globalfirepower.com/nato-projected-firepower.php

Sabato, 14 gennaio 2023 – n° 2/2023

In copertina: Il cacciatorpediniere lanciamissili USS Roosevelt arriva a Rostock, in Germania il 7 gennaio 2023 – Foto: Petty Officer 2nd Class Danielle Bakerhttps://www.defense.gov/

Condividi su:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi