martedì, Novembre 29, 2022

Notizie in breve

Arrestato Raffaele Imperiale, il boss che ama l’arte

redazione TheBlackCoffee

All’inizio di agosto, nel lussuoso hotel Burj al-Arab di Dubai – un’opera del famoso architetto britannico Tom Wright espressamente commissionata dall’Emiro Mohammed bin Rashid Āl Maktūm Mohammed – è stato arrestato uno tra i boss camorristi più ricercati dall’Interpol, Raffaele Imperiale – considerato uno dei più grandi narcotrafficanti al mondo. Originario di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, era latitante da alcuni anni, passati sotto falso nome negli Emirati Arabi Uniti. A seguito del suo arresto – nei giorni successivi sono stati intercettati ed arrestati anche Lelluccio Ferrarelle e Raffaele Mauriello, che viene indicato come il braccio destro del boss.

Imperiale era salito alle cronache internazionali nel 2016 quando furono ritrovati nell’abitazione dei genitori due dipinti del maestro Van Gogh, trafugati numerosi anni prima – nel 2002 – dal museo di Amsterdam dedicato al pittore olandese, e di cui l’uomo sosteneva di non sapere nulla. I dipinti hanno un valore inestimabile, ed erano stati acquistati da Imperiale direttamente da chi aveva commesso il furto. Anche stavolta nell’abitazione periferica della città emiratina – dove Imperiale risiedeva per non essere troppo in vista – sono state ritrovate molte opere d’arte di grande valore – come riferisce la polizia locale. Sorvegliato a vista, Imperiale è in attesa di essere estradato in Italia.

Sabato, 28 agosto 2021 – n°31/2021

Condividi su:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi