venerdì, Dicembre 09, 2022

Notizie in breve

Luiz Inácio Lula da Silva ha vinto

redazione di TheBlackCoffee

È ufficiale: Lula ha vinto. Ha sconfitto il gravoso Jair Bolsonaro per diventare il prossimo presidente del Brasile.
Questa elezione è la più significativa al mondo del 2022 ed è difficile sopravvalutare quanto sia stato irto di pericoli il processo. Bolsonaro ei suoi sostenitori sono stati implacabili nel loro assalto al diritto di voto, dalla repressione degli elettori alla violenza totale.
Alcuni giorni prima delle elezioni, Roberto Jefferson, ex deputato federale e sedicente amico personale di Bolsonaro, ha lanciato granate e ha aperto il fuoco sulla polizia sostenendo che non si sarebbe “arreso” alla tirannia della Corte Suprema brasiliana.

La deputata Carla Zambelli, anche lei alleata di Bolsonaro, ha tirato fuori una pistola nel centro di San Paolo in fondo alla strada della manifestazione di Lula il giorno prima delle elezioni.

Il giorno delle elezioni, sono state ascoltate segnalazioni di polizia stradale federale che bloccava le strade e conduceva perquisizioni ingiustificate di veicoli nelle basi delle aree di supporto di Lula in tutto il Brasile, ma il presidente della Corte suprema elettorale del Brasile ha rifiutato di intraprendere qualsiasi azione sostanziale.
Non sorprende quindi che alcune delle prime parole di Lula dopo la vittoria siano state: “Non abbiamo solo sconfitto un candidato, abbiamo sconfitto la macchina dello stato brasiliano”.

Per più di un anno, il mondo è stato in ansia nei confronti di un colpo di stato in Brasile poiché Bolsonaro ha ripetutamente indicato che non avrebbe accettato una perdita elettorale. Infatti, il suo discorso post-elezioni si è fatto attendere oltre 48 ore, mai nominando il suo avversario per nome, benché abbia poi accettato la transizione politica.

Questa vittoria è storica. Questo risultato elettorale è una dimostrazione della determinazione delle forze progressiste in Brasile a rivendicare la loro democrazia contro ogni previsione. E le forze della destra di tutto il mondo – corporazioni, grandi inquinatori e gli interessi imperialisti che hanno contribuito a spodestare Lula durante la sua ultima presidenza – dovrebbero avere paura.
Nel suo discorso come presidente eletto, Lula ha immediatamente sostenuto un’azione urgente contro l’emergenza climatica, la giustizia indigena e l’internazionalismo.

Questa vittoria è storica. Questo risultato elettorale è una dimostrazione della determinazione delle forze progressiste in Brasile a rivendicare la loro democrazia contro ogni previsione.
Nel suo discorso come presidente eletto, Lula ha immediatamente sostenuto un’azione urgente contro l’emergenza climatica, la giustizia indigena e l’internazionalismo.

Il presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva
I festeggiamenti per la vittoria di Lula

Sabato, 5 novembre 2022 – n° 45/2022

Condividi su:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi