martedì, Novembre 29, 2022

Notizie in breve

Gli inglesi non si rassegnano

redazione TheBlackCoffee

Gli inglesi non si sono ancora rassegnati alla sconfitta subita ai rigori dalla nazionale italiana. Continuano a sostenere che la partita sia stata truccata e chiedono che venga ripetuta. La nostra ambasciata a Londra ha ricevuto migliaia di messaggi di protesta arrivati per lettera e attraverso la rete telematica.

In gran parte contengono pesanti offese che oltrepassano il mondo calcistico e riguardano tutta la popolazione della nostra Penisola. A parte gli stereotipi sugli “italiani mangia spaghetti e pizza” – cibi che peraltro gli inglesi amano molto, stanchi della loro pessima cucina – continuano a sostenere che siamo un popolo di imbroglioni e di ladri.

A questo proposito viene in mente un episodio accaduto in Cile durante i mondiali di calcio del 1962. Nell’incontro con la squadra cilena l’Italia venne sconfitta dagli avversari per 2 gol a 0. Ma più che una partita di calcio, fu una battaglia dove i calciatori cileni oltre a commettere gravi scorrettezze, presero a calci e pugni molti membri della nostra squadra. L’arbitro non intervenne mai contro la squadra ospitante mentre fu molto severo verso gli italiani che a metà partita dopo due ingiuste espulsioni, rimasero in 9. Secondo molti commentatori stranieri, l’arbitraggio fu “ostile, provocatore, incompetente”.  L’arbitro si chiamava Ken Aston ed era inglese. Dopo quell’incontro non arbitrò più e su di lui gravò il sospetto di aver accettato ‘omaggi’ dai cileni.

Condividi su:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi