26 Ottobre 2021

L’Editoriale

Carissime lettrici e carissimi lettori,

concluse le elezioni amministrative, uno dei più importanti momenti della vita politica italiana del 2021, dovremmo davvero iniziare a guardare avanti per il futuro che verrà. Un futuro piuttosto nebuloso, a dir la verità, per il quale ognuno di noi viene chiamato a dare il proprio contributo positivo. Abbiamo obiettivi imprescindibili da realizzare entro il 2030, che è proprio dietro l’angolo – il primo di cui è la transizione ecologica, di cui non possiamo fare a meno, pena la catastrofe del Pianeta che ci ospita.

Ettore Vittorini, sulla rubrica ‘Il Cannocchiale’, completa l’analisi sulle elezioni comunali e dei ballottaggi. esiti di voto che hanno visto confermare la discesa dei consensi della destra e dei M5S. Adesso che il centro sinistra ha ‘riconquistato’ alcuni importanti bastioni elettorali, ci attendiamo che davvero si compiano quei passi importanti che dobbiamo percorrere post-pandemia per rimettere in sesto l’economia italiana e ridare fiducia per il futuro della nostra sconquassata società.

Elio Sgandurra ci conduce in Polonia, per comprendere la diatriba sovranista ed anti-europeista che si è accesa tra il Governo di Mateusz Morawiecki e l’Unione Europea. Quando si dice: tenere i piedi in due scarpe – ecco ciò che appare in questo momento l’autoritaria Polonia.

A proposito di autoritarismi e sovranismi, Laura Sestini riporta un quadro generale dei numerosi gruppi neonazisti e paramilitari esistenti in Europa. Entro l’Unione dei 27 Stati europeisti, altre organizzazioni politiche – conosciute o segrete – impegnano forze dell’ordine e l’intelligence a contenere i rigurgiti neo-nazisti di stampo ariano. Una dimensione poco conosciuta ma piuttosto inquietante e pericolosa.

In Turchia continuano le purghe erdoganiane: oltre ai processi che vedono condannati gli studenti delle università di Istanbul, va avanti senza sosta anche la persecuzione dei politici curdi e delle attiviste per i diritti delle donne. Il 20 ottobre è stata condannata a 30 anni di reclusione AyşeGökkan, ex-sindaca della città di Mardin, situata nel sud-est del Paese, e portavoce del Movimento Libero delle Donne (TJA). Una condanna inaudita – e considerata illegale – per cui le donne sono nuovamente scese per le strade a manifestare.

Giorgio Scroffernecher, riflette sulla considerazione sociale, intellettuale e lavorativa che l’attuale – ed anche passata – politica italiana rivolge alle nuove generazioni. Lasciati in un angolo, o costretti ad cercare all’estero, nonostante le grandi possibilità creative, i giovani non possono guardare ad un futuro prospero – o che rientri almeno nella normalità di casa-lavoro-famiglia – a causa delle poco attente politiche giovanili a loro dedicate ed il rinnovamento generazionale entro gli stessi partiti politici.

Fino al 5 novembre, in Italia sta transitando la Carovana zapatista, una delegazione di indigeni dal Chiapas messicano, il cui obiettivo è raccontare la loro storia e le loro lotte per i diritti dei popoli originari di quella regione, la tutela dell’ambiente e tutte le violenze subìte dall’arrivo di Cristoforo Colombo ai giorni attuali del Governo del Presidente messicano Andrés Manuel López Obrador. Un punto di vista storico da parte dei più deboli, tenuti in schiavitù per secoli. Il report è di Nancy Drew.

Con la riapertura dei teatri e dei cinema abbiamo subito colto l’occasione di gustare uno spettacolo dal vivo. Per il ‘Festival Avamposti – Scenari Contemporanei’ organizzato dal Teatro delle Donne di Calenzano in provincia di Firenze, ma ospitato al Teatro Studio ‘Mila Pieralli’ di Scandicci (FI), abbiamo assistito a Lockdown Memory della compagnia teatrale Instabili Vaganti. Attraverso la loro visione e creatività, obbligate entro quattro mura nei lunghi periodi di chiusura a causa della pandemia, ne è scaturito un lavoro multimediale, colorato e di riflessione.

—————————————————–

Invitiamo i nostri lettori ad inviarci suggerimenti sugli argomenti che vorrebbero leggere sul settimanale #TheBlackCoffee. Saremo lieti di approfondire tematiche di interesse pubblico, di cui la buona informazione dovrebbe trattare.

Scriveteci con messaggio privato o pubblico attraverso la nostra pagina FB: https://www.facebook.com/The-Black-Coffee-104813381170428

Inoltre ricordiamo che sono disponibili degli spazi banner per pubblicizzare le vostre attività professionali, i vostri eventi digitali o in presenza.

Buona lettura

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi