mercoledì, Luglio 17, 2024

Notizie dal mondo

La Turchia uccide in Kurdistan iracheno

Presa di mira la sede del Congresso Nazionale del Kurdistan

L’omicidio del rappresentante del KNK – Congresso Nazionale del Kurdistan – Deniz Bülbün ha scioccato la comunità curda di tutto il mondo. Bülbün è stato ucciso a colpi di arma da fuoco in un attentato alla sede del KNK a Hewlêr (Erbil) il 18 settembre. La sede del KNK è sorvegliata 24 ore su 24 dai servizi segreti del KDP e dalla polizia. Per questo motivo e per gli omicidi simili compiuti dal servizio segreto turco MIT con l’appoggio del KDP – Partito Democratico del Kurdistan – i Curdi ritengono che anche in questo caso siano responsabili entrambe le organizzazioni.

Comunicato del KNK

Il Consiglio esecutivo del Congresso nazionale del Kurdistan (KNK) ha condannato l’attacco armato contro i nostri uffici a Hewlêr (Erbil) a seguito del quale Deniz Cevdet Bülbün è stato assassinato. Questo attacco non ha preso di mira solo un ufficio, un dipendente, un membro del KNK. Lo scopo di questo attacco era l’unità nazionale del popolo del Kurdistan.

Deniz Cevdet Bülbün

Questi attacchi hanno dimostrato quanto siano impotenti e spaventati i nostri nemici di fronte alla nostra unità. Ogni curdo dovrebbe rendersi conto di questo fatto e agire di conseguenza. …L’obiettivo delle nostre rappresentanze è stata la continuazione degli attacchi portati avanti dallo Stato turco e dai suoi collaboratori nel Kurdistan meridionale, ma anche in Rojava, Shengal, Maxmur, Zap, Metîna, Avaşîn, Suleymaniyah…

La rappresentanza del KNK nel Bashur (Kurdistan meridionale) si trova nel centro di Hewlêr ed è monitorata 24 ore su 24 dalla sicurezza e dall’intelligence regionale. Intorno ci sono decine di telecamere. Come KNK chiediamo al governo del Bashur (KDG) e alle forze di sicurezza di Hewlêr se gli aggressori non siano protetti: come osano usare le armi in pieno giorno? Potrebbero irrompere negli uffici del KNK e massacrare le persone? Come può il MIT muoversi liberamente nella Regione, organizzare spie e uccidere patrioti? Chi lo permette?

…Il governo regionale e l’ordine pubblico di Hewlêr sarebbero responsabili del massacro se l’assassino non fosse catturato al più presto possibile e se i mandanti non fossero smascherati e processati.

…Continuano gli attacchi dello Stato turco contro il Kurdistan, l’attacco all’aeroporto Arbat di Sulaymaniyah avvenuto mezz’ora dopo l’attacco a Hewlêr, gli attacchi alle aree di difesa del Rojava, Shengal e Medya..

…Questa guerra non è solo contro un movimento curdo. È rivolto a tutti i Curdi e a tutto il Kurdistan. Lo Stato turco non sta solo attaccando, ma sta anche formando alleanze contro il nostro popolo e mobilitando altri invasori.

Tutti i Curdi e le forze del Kurdistan devono vedere questa realtà. La cooperazione con lo Stato turco, la cooperazione con i nemici e gli occupanti significa tradimento: è una linea rossa e nessuna forza curda o curdo dovrebbe oltrepassare.

L’attacco all’ufficio KNK ha preso di mira l’unità nazionale del popolo curdo…

Chiediamo a chiunque di rafforzare la linea nazionale contro questo attacco e gli attacchi in generale. Tutte le forze del Kurdistan dovrebbero unirsi. Chiediamo a tutti i partiti e le organizzazioni di non rimanere in silenzio contro questi attacchi, di protestare e di essere una sola voce contro gli attacchi.

Non faremo un passo indietro contro gli attacchi, ci opporremo e rafforzeremo ulteriormente la linea di unità nazionale. Alla fine noi come KNK abbiamo commemorato tutti i martiri del Kurdistan, compreso il martire Deniz Cevdet Bülbün, i martiri dell’aeroporto di Arbat, a Shengal e nel Rojava, ed abbiamo espresso le loro condoglianze.

Sabato, 23 settembre 2023 – n° 38/2023

In copertina: prosteste in Germania per l’omicidio di Deniz Cevdet Bülbün

Condividi su: